Grande impresa del Lancillotto Castronuovo che, dopo aver concluso il campionato provinciale allievi al 5° posto, chiude l’annata sportiva con i fuochi pirotecnici aggiudicandosi il Torneo “Bellizio-Chiaradia” di Roccanova.

 

Per i ragazzi che portano in giro il nome di Sant’Andrea giovane, il torneo era iniziato con molte difficoltà al punto che hanno affrontato la prima partita addirittura senza portiere, subendo una secca sconfitta da parte del Sant’Arcangelo. Nella seconda partita, ritrovano il portiere ma giocano tutta la partita in dieci e il Francavilla se ne accorge soltanto a partita finita. Risultato finale 1 a 1.

SABATO 14 Giugno

Roccanova –Castronuovo. Grande cornice di pubblico contro il Roccanova che gioca in casa e vuole giustamente prevalere. Non la pensano allo stesso modo i ragazzi del LANCILLOTTO che al primo affondo vero vanno in vantaggio con Fabio CASTRONUOVO. Reazione decisa e caparbia del Roccanova che raggiunge il pareggio col “castronovese” Giuseppe NOVELLI il quale, giustamente fa il suo dovere di realizzatore e con agilità riesce a beffare il portiere PUGLIESE nell’angolo basso di sinistra. Altri guai per il Castronuovo perché in quest’ultima azione, il portiere finisce con la nuca contro il palo e rimane dolorante fino alla fine del primo tempo quando è costretto ad abbandonare il Campo. Intanto il Roccanova, galvanizzato dal pareggio ed avendo compreso la difficoltà della difesa ospite si porta sul 2 a 1 e poi sul 3 a 1, con due bei colpi di testa di DORA.
Il Secondo tempo inizia col forte difensore Alberto ARLEO che indossa la maglia da portiere. A questo punto, fuori casa, senza portiere, sotto di 3 a 1, quasi nessuno avrebbe scommesso un soldo bucato sulla vittoria del Lancillotto Castronuovo. Ma evidentemente esiste un Dio dei calciatori, perché dopo una magistrale punizione realizzata da Valentino ARLEO, con pallone a giro che finisce sotto la traversa, annullata dall’arbitro perché punizione indiretta e non diretta, i giovani calciatori, guidati da Mario Grossi e dai Dirigenti, sembrano trasformati.
Buttano il cuore oltre l’ostacolo e con giocate di alta scuola, ricominciano a creare occasioni ed accorciano subito le distanze con DI SARIO il quale conclude una triangolazione con freddezza e classe, collocando il pallone dove proprio il portiere non può arrivare. Ancora all’attacco a pieno organico ed è PIESCO che con decisione, scarica in porta un pallone che Gianlucio APPELLA aveva mandato sul palo. Ormai i ragazzi del Lancillotto, sicuri di essere più forti, spingono con orgoglio e coraggio;la palla arriva a DI SERIO, il quale, senza pensarci tanto, tira da 25 metri e indirizza la sfera sotto l’incrocio dei pali.
4 a 3 e situazione ribaltata.I ragazzi del Roccanova sono ancora frastornati da tanta concretezza quando Valentino ARLEO serve Gianlucio APPELLA che finalmente riesce a liberarsi del coriaceo centrale PESCE, si dirige velocissimo verso la porta difesa dal bravo TRAVASCIO e lo infila in uscita 5 a 3, entusiasmo alle stelle e Roccanova incredulo ed impotente. A sigillare una partita d’altri tempi, a cinque minuti dalla fine, con un tiro da trenta metri, sotto la traversa, ci pensa Fabio che di cognome fa CASTRONUOVO. L’incontro, maschio ma corretto, termina col risultato di 6 a 3, tra gli applausi dello sportivissimo pubblico di Roccanova, i quali riconoscono i meriti e le capacità degli ospiti castronovesi. Tutti sotto la doccia e pensiero già al giorno successivo per la finale contro il Sant’Arcangelo.

15 Giugno Sul campo di Roccanova si affrontano le due finaliste: Il Lancillotto Castronuovo,si presenta con stessa squadra uscita vittoriosa la sera precedente, più Jacopo CHIORAZZO, finora mai presente, con un portiere, anche se di emergenza, che è ormai ARLEO Alberto e nessuno in panchina, per eventuali sostituzioni.
Il Sant’Arcangelo, guidato dal bravo e corretto Franco AMENDOLARA e dal saggio e sempre presente “zio” Pasquale ARLEO, ha invece una lunga panchina, anche se lamenta qualche assenza importante. L’incontro, ben diretto dall’arbitro BERARDONE da San Chirico Raparo, inizia con qualche minuto di ritardo, con le squadre che si rispettono e si temono anche perché, i ragazzi si conoscono molto bene. Dopo una leggera fase di studio, il Lancillotto Castronuovo ricomincia a macinare gioco con i suoi centrocampisti e al decimo minuto, assist di V.ARLEO , da trenta metri per la testa di F.CASTRONUOVO, il quale, colpisce benissimo ed indirizza il pallone verso il palo più lontano. Uno a zero e Castronuovo ancora sugli schudi. Mentre il mister Grossi ed i dirigenti E.Appella e T.Arleo raccomandano di dosare le forze , in quanto gli avversari non hanno giocato la sera precedente, ma alcuni giorni prima, ecco che i ragazzi della Sant’Arcangiolese si procurano una punizione dal limite. Batte benissimo sopra la barriera COSTANTINO e palla che finisce alle spalle dell’incolpevole ARLEO il quale ha coraggio e tempismo ma non può conoscere le tecniche del portiere dato che solitamente gioca da esterno sinistro. Il Castronuovo cerca di rimboccarsi le maniche, ma è la Santarcangiolese a portarsi in vantaggio. Pallone tra CIFARELLI E MARINO il quale subisce fallo involontario e cade, l’arbitro fa proseguire, il centravanti si dirige verso il portiere e tira. La palla, intercettata da ARLEO, danza sulla linea e poi viene allontanata, ma l’arbitro convalida il goal. Tutto da rifare per i magnifici ragazzi del Castronuovo che incominciano ad accusare la stanchezza e perdono un poco di lucidità, ma sono ancora capaci di mettere sotto gli avversari e creare tanto gioco.Tante azioni ma il pallone finisce sulla traversa, sul palo o fuori di poco.Insistono ancora i lancillottini ed in seguito ad un mani in area,l’arbitro assegna giustamente il rigore. Il centravanti G. APPELLA, si assume le sue responsabilità, batte con freddezza e realizza la rete del pareggio. Finisce anche il secondo tempo in parità e ci si avvia verso i tempi supplementari. Ormai la fatica rende le gambe legnose e pesanti ma non si può mollare proprio adesso. I tiri in porta si susseguono e si corre anche qualche rischio ma il portiere del Sant’Arcangelo ARGENTINO, para tutto, sembra insuperabile,(verrà poi eletto il miglior giocatore del torneo). Quando mancano sei minuti alla fine,Gianlucio APPELLA, trova lo spiraglio giusto e gonfia la rete per la vittoria finale. Ecco i nomi dei magnifici dodici presenti negli ultimi due incontri: Lucio PUGLIESE, Rosario PIESCO, Alberto ARLEO, Vincenzo PALERMO, Jacopo CHIORAZZO, Andrea MARINO, Antonio GRAZIANO, Fabio CASTRONUOVO, Gianlucio APPELLA, Valentino ARLEO, Giuseppe DI SARIO, Antonio DI SERIO.
Dopo aver giocato un pò con i trionfalismi e i campanili, ci preme sottolineare la correttezza e la lealtà di tutti i ragazzi partecipanti, i quali hanno onorato la memoria dei due giovani scomparsi prematuramente: Bellizio e Chiaradia, nel migliore dei modi, partecipando a momenti di sport, di sano agonismo e soprattutto creando le opportunità di conoscenza e di amicizia che da sempre caratterizzano le popolazioni tra Sinni e Agri. Per quanto riguarda Castronuovo, un grazie doveroso agli allenatori Mario Grossi e Salvatore Di Noia che tanto impegno e serietà hanno dedicato ai nostri ragazzi, contribuendo alla loro formazione anche fuori dal contesto sportivo. Un grazie al Dottor Pino Di Sario, sempre presente, in tutti i sensi, anche agli allenamenti e un grazie anche a noi dirigenti che con tanti sacrifici abbiamo cercato di garantire al nostro splendido paese e ai nostri ragazzi qualche momento di sport e soprattutto una alternativa ad altre strade pericolose. Non sappiamo se ci siamo riusciti, di sicuro ci abbiamo provato. Infine un grazie a tutti i ragazzi, a tutti i castronovesi e a tutti i tifosi e tifose che, in vari modi,ci hanno sostenuto. Arrivederci al prossimo campionato.

ENZO APPELLA

You have no rights to post comments

Area Utenti Registrati

Accedi al Portale con le tue credenziali

Iscriviti alla Newsletter