A Matera il 4 ottobre IV Edizione del Contemporaneo. La possibilità di avvicinarsi all'arte contemporanea. I curatori della MostraGiuseppe Appella ed Ellen Russotto...

 

Per tutta la giornata di sabato 4 ottobre, dalle 10.00 alle 20.00, il MUSMA. Museo della scultura contemporanea. Matera, aderisce alla Quarta edizione della GIORNATA DEL CONTEMPORANEO promossa dall’AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani.

La Giornata del Contemporaneo è il grande evento annuale creato da AMACI, per unire idealmente, per una giornata, tutte le realtà italiane che operano nel settore dell’arte contemporanea e per offrire al pubblico l’opportunità di avvicinarsi gratuitamente alle numerose istituzioni, grandi e piccole, che ogni anno aderiscono all’evento. 

Varie e numerose sono le iniziative organizzate dal MUSMA in occasione della GIORNATA DEL CONTEMPORANEO:

Continua fino al 14 ottobre la mostra temporanea LE SCULTURE, I GIOIELLI E I DISEGNI DI IBRAM LASSAW DAL 1927 AL 2003. L’esposizione, parte integrante della retrospettiva dell’artista statunitense, organizzata dal Circolo Culturale “La Scaletta” di Matera nel complesso rupestre materano di Madonna delle Virtù e di San Nicola dei Greci, in occasione della annuale mostra di scultura, anche per la presenza di opere provenienti da noti musei e collezioni degli Stati Uniti, verrà illustrata da un video originale con interviste all’artista.
Le opere, scelte dai curatori della mostra, Giuseppe Appella e Ellen Russotto, ripercorrono l'intero arco creativo di Lassaw, rappresentante autorevole della “Scuola di New York” e dell’espressionismo astratto.

Dalle ore 10, tre artisti di tre diverse generazioni, Cloti Ricciardi, Lucilla Catania e Alberto Timossi realizzeranno una scultura e la sistemeranno negli spazi del MUSMA. Le prime due negli Ipogei, il secondo negli spazi esterni di Palazzo Pomarici. 

Durante la realizzazione delle sculture, in materiali quali il tufo, la cartapesta o il ferro, in uso nella tradizione appulo-lucana, gli studenti del Liceo Artistico di Matera, ed eventuali altre Scuole che nei prossini mesi aderiranno all'iniziativa, potranno incontrare gli artisti, dialogare con loro ed eventualmente collaborare alla realizzazione delle opere. All’evento saranno invitati tutti gli insegnanti di ogni ordine e grado che riceveranno materiale informativo circa il Laboratorio didattico del MUSMA, attivo fin dalla nascita del Museo, e dedicato, per il 2008-2009, a “Segno, forma, colore”.

Nel corso della giornata, proiettati a ciclo continuo nella Biblioteca “Vanni Scheiwiller”, i docenti, gli studenti e gli ospiti presenti, potranno seguire una serie di video originali, da “Autodidatta: Duilio Cambellotti racconta se stesso”, a “Yves Klein - La revolution bleue”, “Cloti Ricciardi”, “Il mistero Picasso - Le mystère Picasso”, “Cesar”, “Mimmo Rotella - L'ora della lucertola”, “Gli ambienti del Gruppo T - Le origini dell'arte interattiva”, “Jeff Koons un homme de confiance”, che illustreranno il lavoro degli artisti nei loro studi, nelle cave, nelle fonderie. In parallelo, sempre nella Biblioteca Scheiwiller, la sezione “Museo e restauro”, che tiene in continuo monitoraggio le opere nelle collezioni del MUSMA, presenterà l’intervento di Rita Padula su La Grande Genesi di Antonietta Raphaël e di Rosa Stella Pastore su Spazio di ferro n. 8 di Giuseppe Uncini e Luminaria di Pietro Consagra. 

Cloti Ricciardi è nata nel 1939 a Roma. Il suo avvio è con il gruppo di “Piazza del Popolo”, che si riuniva intorno alla galleria di Plinio De Martiis. Artista di grande rigore e determinazione, intraprende una ricerca che rappresenta una sorta di attivismo trasversale, un'azione politica che negli anni ‘70 sfocia nell'interesse e nella partecipazione alle tematiche legate al pensiero femminista. Insieme a Carla Lonzi è tra le teoriche del movimento. Tra le mostre principali: Lucio Amelio, Napoli 1969; Galleria Toselli, Milano 1971; Studio Bocchi, Roma 1989; Castello Volpaia, Siena 1991; Palazzo Esposizioni, Roma 1993; Sala personale Biennale di Venezia 1993; Museo Laboratorio, Università La Sapienza, Roma 1997; Galleria Civica, Modena, 2000; Galleria Pio Monti, Roma 2002; Museo Civico di Lubiana, 2003.
È presente nelle collezioni del MUSMA con una scultura del 1991.

Lucilla Catania è nata nel 1955 a Roma. Ha tenuto esposizioni personali a partire dal 1981 a Roma, e poi a Milano, Verona, Savona, Praga, Firenze, Genova. Ha partecipato a collettive in Italia e all’estero (nel 1984 e 1986 in Francia, nel 1987 a Budapest, nel 1989 ad Atene).
Sono da segnalare, inoltre, la sua presenza alla Biennale di Venezia nel 1990, nel 1996 alla XII Quadriennale Nazionale d'Arte 1950/1990 “Ultime Generazioni”, Palazzo delle Esposizioni ed Ala Mazzonica Staz. Termini, Roma, nel 1998 alla “IX Biennale Internazionale di Scultura di Carrara”.
È presente nelle collezioni del MUSMA con una scultura del 1996.

Alberto Timossi è nato a Napoli nel 1965. Si è formato fra Genova e Carrara, vive e lavora fra Roma e Pomezia. Ha tenuto mostre personali in Italia, tra le altre a Genova, Perugia, Modena, e tra le ultime, a Roma, nel 2006 presso la Fondazione del Pastificio Cerere, nel 2008 Tra le Volte, e all’estero (Messico, Tokyo). Ha partecipato a collettive quali la Biennale della scultura in Lussemburgo (1992), “Giovani artisti all’inizio del nuovo millennio” al Chiostro del Bramante a Roma (2000), “Periplo della scultura italiana contemporanea 2” nelle Chiese rupestri di Matera (2000) ed è stato inoltre finalista del premio di scultura 2002 all’Accademia di San Luca a Roma.
È presente nelle collezioni del MUSMA con una scultura del 2001, oltre che nel Museo d’arte contemporanea di Villa Croce, a Genova, nel museo di scultura all’aperto di Wei-Hai, in Cina, e di Horice, nella Repubblica Ceca.

Ufficio Stampa Musma
Onofrio Nuzzolese, tel: 3284079477 - 3205350910

INFO

www.musma.it, info@musma.it, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info utili: Il museo è aperto dal martedì alla domenica dalle 10,00 alle 20,00. Giornata di chiusura il lunedì. 
Biglietto d’ingresso intero Euro 5,00; ridotto Euro 3,50. Biglietto unico comprensivo della visita alla mostra antologica di Ibram Lassaw: Euro 8,00

Per informazioni:

MUSMA. Fondazione Zétema tel. 0835/330582 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
MUSMA. Coop. Artezeta 320-5350910 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

You have no rights to post comments

Area Utenti Registrati

Accedi al Portale con le tue credenziali