Uscito il nuovo numero del Giornalino scolastico "Eccoci" Il Sommario: Emergenza immagrazione. Lo "sballo" che diventa pericoloso. L'incontro con il Papa. Prostituzione minorile. Fiaba in rima: La principessa della torre. Scrittura creativa: le nostre poesie (Classe Prima). E mentre arriva l'autunno... Esempi da non imitare!!! Nuove iniziative al Mig di Castronuovo. Il Villaggio globale. Addio all'uomo che lottò contro l'hapartheid. Gioca con noi.

Di seguito riportiamo due articoli - ispirati dagli ultimi fatti di cronaca - che è possibile leggere nel giornalino pubblicato nella Sezione Scuola e disponibile in formato PDF per il download.

 

LO "SBALLO'' CHE DIVENTA PERICOLOSO

Un fenomeno sempre più comune tra i giovani d'oggi è l'alcolismo. Questo fenomeno è in crescita costante in tutto il mondo. E' sempre più comune uscire con amici per divertirsi, ma può succedere che tra giovani ci si lasci prendere un po' la mano, seguendo l'esempio di amici più trasgressivi e, può finire che ci si fa del male. Si inizia a bere qualche bicchiere e si finisce per abusarne, non pensando alle conseguenze che sono tante e mettono in pericolo la vita. 

Questo succede perché i ragazzi vogliono sentirsi liberi e adulti o vogliono essere accettati dai compagni. Purtroppo questo è un fenomeno che sta dilagando sempre di più, non solo in città, ma anche nei nostri piccoli paesi. Infatti, non molto tempo fa, alcune ragazze della nostra zona hanno marinato la scuola e si sono ubriacate... Sono state subito male, due di loro sono finite in coma etilico... Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio, ma la prossima volta potrebbe non essere così. Per divertirsi non c'è bisogno dello "sballo" basta saper stare insieme agli altri, semplicemente trascorrendo delle ore a parlare, a ballare o a sentire buona musica.

Antonietta Chiurazzo classe III

PROSTITUZIONE MINORILE

Negli ultimi anni soprattutto grazire alla grande diffusione di internet che rende la navigazione accessibile ovunque e a chiunque, è aumentato il fenomeno della prostituzione minorile. Questo fenomeno è stato sempre presente, soprattutto nei paesi asiatici e sud americani, dove le ragazze, a causa della povertà, sono costrette a prostituirsi. Ma in Italia le esigenze che spingono le ragazze a prostituirsi sono ben altre.

La cronaca ci racconta di adolescenti pronte a vendere il proprio corpo a persone adulte di 50-60 anni, in cambio di piccoli o grandi regali o di ricariche telefoniche. È quello che è successoa Roma: due ragazze di 14 e 15 anni si sono prostituite per poter avere vestiti firmati, telefoni di ultima generazione e ricariche telefoniche, insomma tutte cose futili e senza valore morale.
Senza dubbio la causa di ciò che sta succedendo è dovuto al fatto che queste ragazze non vengono seguite dai propri familiari e troppo spesso vengono lasciate sole di fronte a situazioni più grandi di loro. A questa età le ragazze dovrebbero pensare a crescere, tra i peluches e l'affetto dei proprio cari. A cosa serve avere abiti firmati e telefoni di ultima generazione, se non si è più rispettati e accettati per quello che si è, ma solo per ciò che si possiede?

Angela Cosentino classe III

 

Commenti   

0 #1 maria antonietta galasso 2014-02-19 16:10
Immagine di copertina forte, una scelta coraggiosa per voi ragazzi delle scuole medie. Quell'uomo è tutto quello che dite voi nel giornale ed è un esempio da seguire, un grande esempio di civiltà e di lotta civile.
Tenero il racconto dell'incontro con il Papa, Gabriele scrive che non ha dormito..tanta l'emozione. E poi il sociale...occhi o ragazzi che la vita è bella...
Maria Antonietta

You have no rights to post comments

Area Utenti Registrati

Accedi al Portale con le tue credenziali

Iscriviti alla Newsletter