Il 10 e l'11 Agosto per i vicoli, per le strade e nelle piazze di Castronuovo ha preso forma l'Appena Appena Festival con uno splendido riscontro di pubblico e con un gran seguito di consensi...

L’Appena Appena Festival è stata una esperienza unica. Castronuovo di Sant’Andrea, il Paese sul Pollino che l’ha ospitato, infatti, è unico, inconfondibile e i suoi abitanti lo rendono un luogo accogliente e caloroso. Gli eventi musicali, teatrali, gli spettacoli di strada e i reading che si sono succeduti – nelle due serate del festival – sono stati seguiti dagli abitanti e dai turisti con un entusiasmo che ha del miracoloso; e facilmente si potrebbe cadere nell’idea che in un paese così piccolo e sperduto un evento del genere sia una tale ventata di novità che tutti vi si buttano a volo. L’entusiasmo e la voglia di conoscenza, la predisposizione all’apertura verso le cose nuove, verso gli “stranieri” che Castronuovo ha dimostrato, sono invece la prova evidente del carattere straordinario di questo paese. Il festival stesso non arriva per caso o cade dall’alto, ma è frutto di una precisa volontà dell’Amministrazione Comunale e dei ragazzi del luogo, che l’hanno trasformato in un centro di incontro di culture, di persone e di esperienze che sono difficili da trovare anche in una grande città con una grande tradizione alle palle. C’è proprio da credere che le città e i paesi sono fatti dagli uomini e non il contrario. Senza la voglia degli uomini e delle donne castronovesi di accogliere gli artisti e i turisti, il festival non sarebbe così riuscito. L’idea di un festival totale che coprisse tutti i punti nevralgici del paese e che gli spettacoli si avvicendassero l’un l’altro è stata vincente.
Le strade e i vicoli, le piazzette e gli slarghi hanno preso vita grazie ad un flusso ininterrotto di musica, danze, giocoleria, inventiva e storie grazie ad un gruppo di artisti che hanno creduto nel progetto e l’hanno riempito con le loro capacità e con la loro esperienza.
A detta di molti degli stessi artisti, è stato trovato un pubblico attento, aperto, critico e generoso allo stesso tempo. Un pubblico che non è stato semplicemente un gruppo, ma l’anima e il corpo del paese stesso che ha ospitato l’Appena Appena Festival. Senza un vero pubblico, un palco e degli artisti non avrebbero ragione di essere. L’Appena Appena Festival si è dimostrato un laboratorio di idee e di esperimenti, il paese di Castronuovo di Sant’Andrea il luogo ideale dove ambientarlo e farlo vivere.

Francesco Di Sirio

You have no rights to post comments

Area Utenti Registrati

Accedi al Portale con le tue credenziali

Iscriviti alla Newsletter